giovedì 7 febbraio 2013

CASTAGNOLE DI RICOTTA DI ANNA MORONI


Lo devo ammettere: il Carnevale non mi fa impazzire, e Febbraio, per tutta una serie di motivi, è il periodo dell'anno da me più odiato (sono strana?! un pochino, forse....).
Ciononostante, complice il forno rotto ormai da qualche tempo, ho deciso di cimentarmi con i dolci tradizionali carnascialeschi, per lo più fritti, e, per l'occasione, ho rispolverato una vecchie ricetta di Anna Moroni che mi ero appuntata non so quanti anni fa.
Non che avessi alcun dubbio in merito (ho perso il conto di quante ricette della Moroni ho sperimentato negli anni), ma ancora una volta il risultato è stato STRE-PI-TO-SO.
La preparazione è davvero alla portata di tutti, e, una volta tanto, non teniamo il conto delle calorie, perchè una castagnola tira l'altra....



                              CASTAGNOLE DI RICOTTA DI ANNA MORONI       -      RICETTA
                                                 (dosi per una cinquantina di castagnole)
                                                          
                                                                   Ingredienti:
                                               300 gr di ricotta (vaccina, di pecora o mista)
                                                             400 gr di farina 00 
                                                        100 gr di fecola di patate 
                                                       150 gr di zucchero semolato
                                                           50 gr di burro morbido
                                                                      5 tuorli 
                                                        1 bustina di lievito per dolci
                                                     la scorza grattugiata di un limone
                                                     la scorza grattugiata di un'arancia
                                                                  40 gr di rum 
                                                                un pizzico di sale
                                                         latte q.b. (non più di 100 gr)
                                                              olio per friggere   q.b.
                                                    zucchero a velo o zucchero tipo zefiro  q.b.

                                                                  Procedimento:
                        Sgocciolare bene la ricotta, mettendola qualche tempo prima in un colino.
A mano o nella planetaria con il gancio a foglia mescolare la farina, la fecola e il burro. Aggiungere lo zucchero, i tuorli, la ricotta, il sale, il lievito, la scorza del limone e quella dell'arancia, il rum.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti e solo a questo punto, se necessario perchè l'impasto è troppo duro, aggiungere a filo il latte.
Fare questa aggiunta con molta cautela, perchè a seconda dell'umidità della ricotta la quantità di latte può variare moltissimo: io non ho addirittura avuto bisogno di aggiungerne per niente!!
Lavorare la pasta fino a che non avrà raggiunto una consistenza morbida ma non appiccicosa (ricorda molto quella degli gnocchi).
Ricavare tanti salsicciotti (di un paio di cm di diametro), e con un coltello o una paletta tagliarli a tocchetti lunghi circa due cm.
Scaldare l'olio e friggere i tocchetti fino a quando avranno assunto un bel colore dorato, avendo cura di girarli per far prendere colore su tutti i lati.
Scolare bene le castanole su carta assorbente e poi cospargerle di zucchero a velo o, meglio ancora, farle rotolare nello zucchero semolato fine tipo zefiro.






                                                        


3 commenti:

  1. Anche io le faccio con la ricotta, vengono buonissime!!!

    RispondiElimina
  2. Appena fatte e assaggiate........BUONE BUONE BUONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Una delle rare volte in cui eseguendo per la prima volta una ricetta non si deve modificare nulla per l'esecuzione della volta successiva.....per quanto riguarda la ricotta io ho utilizzato quella mista .....la misura dei tocchetti è importante (azzeccatissima quella che dai tu) per evitare che si cuociano troppo o troppo poco.....Aspetto le prossime novità!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. le assaggerei volentieri anche io un bacio lili

    RispondiElimina