lunedì 25 giugno 2012

MEDAGLIONI DI RISOTTO


Non so come spiegarmelo, ma da qualche tempo a questa parte incontro notevoli difficoltà nel portare a termine un'operazione piuttosto semplice: disfare la valigia!!!
Ebbene sì, che si tratti del bagaglio per un'assenza prolungata o dello stretto necessario (!!!!)  per il week end al rientro il mio problema è sempre lo stesso: la mia valigia staziona aperta sul divano almeno un paio di giorni.
Nel frattempo avvio lavatrici, sistemo la casa, telefono, curo le piante del balcone, cucino, stiro, faccio la spesa, insomma faccio di tutto, ma la valigia  è ancora lì....
Se per tutte le altre attività della vita quotidiana assumo le sembianze di un bulldozer mi trasformo invece in una tartaruga quando si tratta di svuotare la valigia.
Ed è assurdo, visto che sono una maniaca dell'ordine, e una valigia piena aperta su un divano non corrisponde esattamente al mio ideale di ambiente curato e inappuntabile.
Pensandoci bene, però, la spiegazione potrebbe essere piuttosto semplice e non necessitare di alcuna psicoanalisi freudiana: semplicemente non accetto che la vacanza sia finita, e non disfo la valigia nella speranza di poter ripartire subito.......:-DDD
E visto che sono appena rientrata da un fine settimana in terra sicula (il maritino ogni tanto deve respirare un po' di aria di casa, così come avevo già fatto io (e ve lo avevo raccontato qui)) niente di meglio di questi medaglioni per ricordare/mi le splendide giornate di sole trascorse al mare....



                                            MEDAGLIONI DI RISOTTO  - RICETTA
                                         (per circa 15 medaglioni di 6 cm di diametro)


                                                              Ingredienti: 
                                                       500 gr di riso carnaroli
                                                  1-1,5 l di brodo vegetale bollente
                                                  30 gr di olio extravergine d'oliva 
                                                  abbondante cipolla bianca tritata
                                                   mezzo bicchiere di vino bianco
                                                           3 grosse zucchine 
                                                      una decina di fiori di zucca
                                                120-150 gr di parmigiano grattugiato
                                         una piccola scamorza affumicata tagliata a pezzetti
                                                        una bustina di zafferano
                                                        tre cucchiai di farina 00
                                                         100 gr di  olio di semi 
                                                                  sale q.b.
                                                             
                                                               Procedimento:

               Grattugiare le zucchine.Privare i fiori di zucca del pistillo e del gambo e tagliuzzarli.
Far appassire la cipolla nell'olio extravergine, quindi unire il riso e tostarlo bene. Sfumare con il vino bianco.
Aggiungere le zucchine grattugiate e i fiori di zucca, mescolare e cominciare ad unire il brodo vegetale (mi raccomando che sia bollente!!!!).
Continuare a rimestare il riso, aggiungendo altro brodo non appena quello aggiunto precedentemente è stato assorbito.
Portare a cottura in questo modo, avendo cura di ottenere un risotto piuttosto compatto.
Negli ultimi istanti della cottura aggiungere lo zafferano sciolto in un paio di cucchiai di brodo, la scamorza ed il parmigiano.
Amalgamare bene, togliere dal fuoco e aggiustare di sale, aggiungendo eventualmente anche altro parmigiano: il composto dovrà essere piuttosto saporito.
Finchè è ancora ben caldo trasferire il risotto in una teglia antiaderente (oppure rivestita di carta da forno) delle seguenti dimensioni: 32x24x5 cm (variando queste dimensioni i medaglioni risulteranno più o meno bassi, ovviamente).
Livellarlo e farlo raffreddare (consiglio di lasciar trascorrere una notte in frigorifero).
Con un coppapasta (o una formina per biscotti abbastanza alta) ottenere i medaglioni di risotto (effettuare questa operazione quando il risotto è freddissimo, o vi si attaccherà tutto!).
Versare pochissimo olio di semi in una padella ( meglio se antiderente), e scaldarlo.
Nel frattempo infarinare leggermente le due "facce" dei medaglioni e passarle nell'olio (prima l' una e poi l'altra) fino a quando non si sarà creata una invitante "crosticina".
Aggiungere via via altro olio e continuare questa operazione fino all'esaurimento dei medaglioni.
Servire caldi .

 
                                                                        N.B.
 Non vi fate trarre in inganno dall'apparente laboriosità di questi medaglioni: vi daranno grandi soddisfazioni,
dal momento che si prestano ad essere serviti sia ad un buffet (con questo diametro o anche più piccoli) sia
ad una cena placè ( un po' più grandi accompagnati da una fonduta).
Possono essere preparati anche un paio di giorni prima e riscaldati all'ultimo momento.
Sono buonissimi anche da freddi, come alternativa alla solita insalata di pasta o di riso .....
Con i ritagli di risotto avanzati si possono fare degli ottimi arancini...
                                                 
Con questa ricetta partecipo al contest Antiaderente Vs Ceramica di Arabafelice in cucina.

4 commenti:

  1. Come si presentano bene!
    Grazie ed in bocca al lupo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo!Magari mi assisterà la fortuna della principiante.....!!!!;-D

      Elimina
  2. devi assolutamente prepararmeli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti sembra di dover mangiare un po' troppe cose in tre giorni a Reggio?????:-DD

      Elimina